Logo creato da Dresy e Shin
19 Aprile 2019, 13:32:33 *
Benvenuto, Visitatore. Per favore, effettua il login o registrati.
Hai perso la tua email di attivazione?

Login con username, password e lunghezza della sessione

News: 
 
  Home FORUM Regolamento Glossario Help Ricerca Login Registrati Note Legali  
Pagine: [1] 2 3 ... 19   Vai Giù
  Stampa  
Autore Topic: Quando la cronaca rasenta l'umorismo  (Letto 101334 volte)
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Lucarella
Staff
*

Karma: 5
Offline

Sesso: Maschile
p2p in uso: eMule EmuleFuture
Oggi mi sento: Smiley
Posts: 2908



« il: 27 Settembre 2009, 22:31:02 »

Di seguito verranno riportate notizie originali e divertenti tutte pubblicate dal sito www.notizieincredibili.scuolazoo.com

Uomo nato con due peni funzionanti se ne fa amputare uno per amore

Quel che non tocca fare agli uomini per accontentare le proprie donne. Poteva diventare una star del porno (di nicchia), invece Ang Qiang ha prefertito disfarsi di quel che rischiava di mettere in fuga la sua ragazza. La prima volta che si è abbassato i pantaloni, la poveretta deve avere avuto una crisi epilettica vedendo non uno ma due peni entrambi perfettamente funzionanti... "Quando abbiamo iniziato a uscire era strabiliata dalla mia doppia dotazione, ma con l'andare del tempo ha deciso che la cosa era troppo raccapricciante", ha raccontato il 23enne di Guangzhou, in Cina. O me o lui, insomma. E' così che il giovane, affetto da una rara malformazione chiamata diphallus, è ricorso all'intervento chirurgico e ha detto addio a uno dei suoi gioiellini. Chissà come avrà fatto a scegliere quale dei due era quello "di troppo".

« Ultima modifica: 08 Febbraio 2010, 15:44:41 da Lucarella » Loggato



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.
Lucarella
Staff
*

Karma: 5
Offline

Sesso: Maschile
p2p in uso: eMule EmuleFuture
Oggi mi sento: Smiley
Posts: 2908



« Risposta #1 il: 28 Settembre 2009, 22:15:59 »

Monaco di Baviera: gli mancano 4 euro per pagare la corsa ed il tassista lo lascia nudo all’aeroporto

Avete presente quei film americani, dove sali su un taxi, e se non hai i soldi per pagare la corsa il tassista tira fuori la pistola? Non è niente in confronto alla bizzarra storia avvenuta a Monaco di Baviera, dove un uomo d’affari che non aveva abbastanza soldi per pagare il suo viaggio in taxi, è stato spogliato dallo stesso tassista, non solo dei suoi beni personali, cellulare ed orologio, ma anche di tutti i vestiti, comprese le mutande, per poi venire scaricato completamente nudo all’aeroporto.

L’uomo, che si chiama Frank ed ha 46 anni, aveva preso il taxi dopo aver visitato un nightclub, il tassista lo ha portato all’aeroporto ed una volta arrivati gli ha presentato il conto di 64,20 euro, ma il “povero” Frank ne aveva in tasca solo 60. Così il conducente si è scagliato contro di lui prendendogli tutto e lasciandolo nudo.

Frank ha quindi girato per l’aeroporto coprendosi con un giornale e alle 2 del mattino ha trovato il carrellino delle pulizie, ha preso un sacco della spazzatura e si è fatto una specie di gonnellino, prime di andare a denunciare il fatto alla polizia, che gli ha anche consegnato un paio di pantaloni di tuta ed una maglietta, come vestiti per il suo viaggio in aereo.

La polizia è alla ricerca del tassista “ladro di abbigliamento”, ma le imprese di taxi di Monaco di Baviera hanno negato ogni responsabilità, così come il poroprietario del nightclub, che ha dichiarato: «Da noi era venito vestito ed è andato via vestito».
Loggato



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.
Lucarella
Staff
*

Karma: 5
Offline

Sesso: Maschile
p2p in uso: eMule EmuleFuture
Oggi mi sento: Smiley
Posts: 2908



« Risposta #2 il: 28 Settembre 2009, 22:29:18 »

Sequestrano gatto e richiedono riscatto di 20 euro, arrestati

Sequestrano un gatto dal giardino di una casa e chiedono un riscatto di 20 euro alla proprietaria. La donna ha accettato le condizioni, ma prima di recarsi sul luogo convenuto per lo scambio ha chiamato i Carabinieri, che hanno così potuto arrestare i rapitori: 4 donne e 3 uomini di origine romena.

E' l'incredibile vicenda accaduta a Campi Bisenzio, in provincia di Firenze.L’insolito rapimento - "Se vuoi rivedere il tuo gatto - le avrebbe detto uno dei sequestratori - facci avere venti euro". Vista l’esigua somma pretesa, che peraltro sarebbe stata pure da suddividere in più parti, la ragazza ha intuito di aver a che fare con degli sprovveduti.

Inizialmente ha acconsentito di soddisfare le loro richieste dei rapitori ma prima di recarsi sul luogo dello scambio ha denunciato il fatto.I militari, inizialmente increduli, l’hanno rassicurata e poi accompagnata, facendo però in modo di non esser notati dagli ingenui furfanti. Nel luogo dello scambio la ragazza ha incontrato quattro donne a cui ha consegnato la somma richiesta.

 Due di queste, stando a quanto reso in seguito noto dai carabinieri, si sarebbero avvicinate poi ad un'auto a bordo della quale c'erano tre complici e, prelevato il gatto, lo hanno restituito alla proprietaria.

A quel punto sono entrati in azione i militari, arrestando l'intera banda che dovrà rispondere del reato in flagranza di estorsione in concorso. Gli autori del rapimento, di età compresa tra i 20 e i 40 anni, sono risultati tutti nullafacenti e senza fissa dimora: sono stati portati nel carcere di Sollicciano. Il gatto sta bene ed è stato restituito alla legittima proprietaria.

Loggato



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.
Lucarella
Staff
*

Karma: 5
Offline

Sesso: Maschile
p2p in uso: eMule EmuleFuture
Oggi mi sento: Smiley
Posts: 2908



« Risposta #3 il: 28 Settembre 2009, 22:31:15 »

Litiga con la convivente, "voglio andare in carcere"

Stanco e esasperato per i continui litigi con la convivente è evaso dagli arresti domiciliari e, dopo aver chiamato i carabinieri con il suo cellulare, ha chiesto di essere arrestato e portato in carcere. È successo ieri sera a Firenze: protagonista un uomo di 35 anni, originario di Palermo, che «volontariamente», come ha spiegato all'operatore del 112 che gli ha risposto, ha preferito violare il provvedimento che gli era stato imposto e tornare dietro le sbarre. I militari del nucleo radiomobile, arrivati sul posto lo hanno trovato dove lui li aspettava. A loro non è rimasto che arrestarlo in flagranza per il reato di evasione. Dopo le formalità, il magistrato di turno ha disposto il carcere accontentando così il trentacinquenne.
Loggato



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.
Lucarella
Staff
*

Karma: 5
Offline

Sesso: Maschile
p2p in uso: eMule EmuleFuture
Oggi mi sento: Smiley
Posts: 2908



« Risposta #4 il: 30 Settembre 2009, 21:37:30 »

Violentatore denuncia il datore di lavoro: “non mi ha impedito di commettere il crimine”

Dato che ultimamente siamo in tema di denunce strane, vale la pena raccontare la storia di Edward Brewer, infermiere dell’Ohio condannato a 10 anni di prigione per avere violentato una paziente ricoverata. Brewer infatti, dopo la condanna, ha fatto causa all’ospedale dove lavorava chiedendo 2 milioni di dollari di risarcimento. L’accusa è di non aver avuto adeguata cura della sicurezza dei pazienti, consentendogli così di commettere il crimine, cosa che gli ha causato “dolore e stress”, anche per il fatto che adesso è in prigione.

Il giudice ha poi determinato che i danni subiti da Brewer come conseguenza del crimine commesso, sono imputabili unicamente alla sua scelta volontaria di commettere un crimine, e l’ospedale datore di lavoro non aveva né l’obbligo né la possibilità di intervenire nelle sue scelte.

Loggato



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.
Lucarella
Staff
*

Karma: 5
Offline

Sesso: Maschile
p2p in uso: eMule EmuleFuture
Oggi mi sento: Smiley
Posts: 2908



« Risposta #5 il: 30 Settembre 2009, 21:40:13 »

Alla manifestazione per la Pace, lanciata colomba …morta

In occasione delle celebrazioni per la giornata della Pace, il 21 settembre scorso in Afghanistan, è avvenuto uno sfortunato (e speriamo non troppo malaugurante) imprevisto durante la cerimonia della liberazione delle colombe. Infatti, una colomba affidata da uno dei delegati era già clamorosamente deceduta quando era ancora tra le mani dell’uomo, che però non ha esitato a lanciarla in volo comunque, con il risultato inquietante di lanciare il cadavere dell’animale in mezzo al pubblico.

Loggato



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.
Lucarella
Staff
*

Karma: 5
Offline

Sesso: Maschile
p2p in uso: eMule EmuleFuture
Oggi mi sento: Smiley
Posts: 2908



« Risposta #6 il: 30 Settembre 2009, 21:41:40 »

Banca chiede impronta digitale a uomo senza braccia

Steve Valdez, di Tampa, Florida, si è recato ad incassare un assegno presso una filiale della Bank of America. L’impiegato gli ha a questo punto spiegato che, per regolamento, è previsto che chi cambia un assegno e non ha un conto presso la banca, deve farsi prendere un impronta digitale, per avere la conferma assoluta dell’identità.
Il problema è che Valdez è senza braccia.

L’impiegato allo sportello chiaramente si è reso conto del problema, ma non ha potuto fare altro che chiamare il suo responsabile, che è stato inflessibile: spiegando che si trattava di un regolamento che non poteva modificare, se non poteva lasciare un impronta digitale, poteva aprire un conto, oppure al limite farsi accompagnare dalla moglie. Valdez a questo punto se ne è andato senza incassare l’assegno.

Bank of America ha successivamente presentato le scuse a Valdez, ammettendo che quel regolamento va cambiato e che troveranno metodi di identificazione alternativi.

Loggato



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.
Lucarella
Staff
*

Karma: 5
Offline

Sesso: Maschile
p2p in uso: eMule EmuleFuture
Oggi mi sento: Smiley
Posts: 2908



« Risposta #7 il: 30 Settembre 2009, 21:44:04 »

Imbocca l'autostrada con la sedia a rotelle

Una signora tedesca di 81 anni, in sedia a rotelle elettrica, stava andando a portare dei fiori al cimitero quando ha preso quella che riteneva una scorciatoia, ma in realtà era l’ imbocco dell’autostrada.
Gli automobilisti che l’ hanno vista hanno chiamato la polizia, che la ha raggiunta e l’ ha scortata al sicuro fuori dall’ autostrada. La donna ha spiegato che si era persa, e per tornare indietro ha voluto evitare un percorso troppo lungo.
In Germania non c’ è un divieto specifico di andare in autostrada in sedia a rotelle, ma i veicoli che sono in autostrada devono viaggiare ad almeno 50Km/h, velocità che ovviamente la sedia a rotelle elettrica dell’anziana non raggiungeva.

Loggato



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.
Lucarella
Staff
*

Karma: 5
Offline

Sesso: Maschile
p2p in uso: eMule EmuleFuture
Oggi mi sento: Smiley
Posts: 2908



« Risposta #8 il: 30 Settembre 2009, 21:46:09 »

Filma figlio, sente la voce di un "fantasma"

Una storia inquietante è stata pubblicata oggi dal tabloid britannico The Sun. Sarah Mackessy, di Rochester, in Gran Bretagna, stava guardando il suo video girato in una gita alla "Foresta incantata" di Tunbridge Wells; nel filmino, riprendeva Mack, il suo splendido bambino di otto settimane. Durante la visione, però, è rimasta scioccata quando ha sentito una voce terrificante, che poteva sembrare quella di un fantasma, bisbigliare "sono vivo" proprio mentre Mack guardava nello schermo. "Le uniche persone che erano intorno a me mentre giravo il video erano il mio compagno e altri due bambini - ha detto incredula Sarah al Sun - la voce è chiara e vicina, si sente benissimo. Forse la foresta è davvero incantata".

Loggato



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.
masterbiz
Jr. Member
*

Karma: 0
Offline

Sesso: Maschile
p2p in uso: JDownloader
Oggi mi sento: Smiley
Posts: 53



« Risposta #9 il: 01 Ottobre 2009, 09:43:45 »

 stress_h4h
Loggato
Lucarella
Staff
*

Karma: 5
Offline

Sesso: Maschile
p2p in uso: eMule EmuleFuture
Oggi mi sento: Smiley
Posts: 2908



« Risposta #10 il: 02 Ottobre 2009, 22:18:24 »

Chiede il divorzio perché il marito le ha nascosto di avere vinto alla lotteria

Diciamocelo: in realtà sono in molti a fare quello che ha fatto Arnim Ramdass, ma è tutt’altro che facile nascondere alla propria moglie di aver vinto alla lotteria.

Eppure, Ramdass, meccanico aeronatuco della Florida, è riuscito, almeno per qualche tempo, a nascondere di avere vinto una grossa somma alla lotteria, vinta grazie ad un biglietto acquistato assieme ad altri 16 colleghi di lavoro, con cui ha poi diviso il jackpot da 19 milioni di dollari.

La donna, Donna Campbell, era in effetti diventata un po’ sospettosa subito per lo strano comportamento del marito, che da un giorno all’altro aveva scollegato il telefono e la televisione, e soprattutto era sparito da casa.

Ma quando è arrivata una cartolina che si congratulava con il marito per l’acquisto di una nuova casa, ha pensato bene di cercare su Google il nome del marito, ed ha trovato la verità grazie ad un articolo che raccontava proprio la storia dei 17 fortunati meccanici.

La donna si è quindi rivolta ad un avvocato per avere il divorzio, e metà della vincita, ma le è andata bene solo a metà: infatti il giudice ha sentenziato che non può vantare alcun diritto sulla somma vinta dal marito.

Loggato



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.
Lucarella
Staff
*

Karma: 5
Offline

Sesso: Maschile
p2p in uso: eMule EmuleFuture
Oggi mi sento: Smiley
Posts: 2908



« Risposta #11 il: 02 Ottobre 2009, 22:20:54 »

Genitori denunciano l’insegnante per avere svegliato il figlio durante la lezione

Per chi è convinto che i genitori di oggi siano eccessivamente protettivi nei confronti dei figli, la storia di Vinicios Robacher, 16enne del Connecticut, può essere un’ulteriore conferma della propria idea. Vinicios infatti si era addormentato durante la lezione di matematica, e la professoressa di matematica, per svegliarlo, ha battuto il palmo della mano sul banco.

I genitori di Vinicios hanno pensato bene di denunciare l’insegnante perché, con il suo gesto, avrebbe danneggiato l’udito del ragazzo: avrebbe sbattuto la mano talmente forte che si sarebbe rotto un timpano. Non è però al momento disponibile un’analisi approfondita della condizione del ragazzo. I Robacher non hanno direttamente commentato il fatto, rimandando tutto al loro avvocato che, secondo fonti giornalistiche, riceverà un terzo dell’eventuale risarcimento concesso dal giudice.

Comunque si concluda la causa, certo è che la denuncia ha coperto di ridicolo Vinicios nei confronti dei compagni di scuola, di cui è diventato lo zimbello, e infatti i genitori starebbero pensando di cambiare istituto per dare maggiore serenità al ragazzo.

Loggato



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.
Lucarella
Staff
*

Karma: 5
Offline

Sesso: Maschile
p2p in uso: eMule EmuleFuture
Oggi mi sento: Smiley
Posts: 2908



« Risposta #12 il: 02 Ottobre 2009, 22:23:10 »

Si collega a FaceBook mentre svaligia casa, arrestato

Non è riuscito a fare a meno di collegarsi a Facebook nemmeno mentre stava rubando in un appartamento e non ha considerato che così stava lasciando i suoi dati. È successo nel comune di Albano laziale, alle porte di Roma, dove i carabinieri della Stazione di Cecchina hanno arrestato un giovane di 26 anni del posto, già noto alle forze dell'ordine, per furto in abitazione. Il ladro, nel corso di uno dei suoi ultimi colpi, nel mese di aprile, nell'appartamento di un uomo di 52 anni del posto, avendo trovato un pc acceso, non aveva resistito a collegarsi con le sue credenziali al social network Facebook per comunicare con i suoi amici anche mentre stava rubando. Quei dati lasciati nel pc sono stati acquisiti dai carabinieri e dalla sua mail è stato possibile risalire alla sua identità. Nel corso di una perquisizione presso la sua abitazione i militari hanno trovato parte della refurtiva che è stata restituita al legittimo proprietario.
Loggato



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.
Lucarella
Staff
*

Karma: 5
Offline

Sesso: Maschile
p2p in uso: eMule EmuleFuture
Oggi mi sento: Smiley
Posts: 2908



« Risposta #13 il: 02 Ottobre 2009, 22:24:54 »

Denuncia la scomparsa della moglie La polizia la trova: faceva sesso in auto

Ha aspettato per due ore la moglie. Poi, preoccupato, ha deciso di chiamare la polizia per denunciarne la scomparsa. Subito sono scattate le ricerche delle volanti di Ravenna. La donna è stata ritrovata poco dopo. Non si trovava in pericolo. Anzi, è stata sorpresa mentre faceva sesso in un'auto abbandonata in una via buia della città.

Completamente nuda, mentre il marito in ansia la cercava, si stava intrattenendo con un senegalese privo di permesso di soggiorno. I due, lei 41 anni, lui 30, sono stati denunciati a piede libero per atti osceni. Per l'extracomunitario, con numerosi precedenti per reati contro la persona, è scattato anche il decreto di espulsione.

La coppia, residente in provincia di Ferrara, era andata lunedì a Ravenna per sbrigare alcune pratiche. Si erano divisi per darsi appuntamento poco più dardi. Ma della donna non si è saputo più nulla. Fino all'intervento della polizia.
Loggato



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.
Lucarella
Staff
*

Karma: 5
Offline

Sesso: Maschile
p2p in uso: eMule EmuleFuture
Oggi mi sento: Smiley
Posts: 2908



« Risposta #14 il: 02 Ottobre 2009, 22:26:42 »

"Partorisce" uovo gigante, gallina muore 2 ore dopo

Morta di parto. Una gallina, soprannominata Roberta, ha perso tragicamente la vita dopo aver 'espulso' un uovo gigante, due volte superiore alla media. E' accaduto a Honeyoye Falls, nello stato di New York, dove il fattore ha scoperto l'uovo di 138 grammi (la media è tra i 35 e i 77 grammi) rotolarsi nel fieno. "Non riuscivo a crederci, c'erano cinque uova normali e il sesto uovo era enorme", ha detto Chris Schaeurman, l'allevatore. "Ero contentissimo, ma la gioia è passata quando ho visto che la gallina, poche ore dopo, era morta". Ora l'uovo gigante, soprannominato 'Little Roberta', verrà sacrificato in una omelette.
Loggato



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.
Pagine: [1] 2 3 ... 19   Vai Su
  Stampa  
 
Salta a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2008, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!
Versione Lo-Fi

Creative Commons 

License Tutti i contenuti di Emule Mods.it sono pubblicati secondo la licenza di utilizzo Creative Commons, salvo diverse indicazioni. Lo Staff non si assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli, nelle guide o di errori avvenuti nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su Emule Mods.it avvengono senza eventuali protezioni di brevetti di invenzione; inoltre i nomi e i loghi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto.